Checkin:
Notti: Persone: Prenota ora

Località

ABRUZZO. Una regione tutta da scoprire

Dal cuore dell’Appennino al mare dell’Adriatico la terra d’Abruzzo si distende tra le sue mille sfaccettature. Una millenaria tradizione contadina e una forte cultura artistica danno voce a una tenace cultura popolare che caratterizza da sempre un territorio a tratti ancora vergine e inesplorato.

Negli ultimi anni il desiderio di luoghi incontaminati, relax ma anche sport estremi ha fatto dell’Abruzzo una meta richiesta da un numero sempre più crescente di turisti che allo scenario naturale di picchi elevati e impervi come quelli del Gran Sasso, dei Monti della Laga o della Majella, alternano lunghi e sabbiosi arenili fatti di ciottoli o splendidi borghi medievali che con i suoi castelli dominano la vista della regione più verde d’Italia.

 

Andar per luoghi … viaggio tra arte e artigiano

Ricca di arte e cultura, l’Abruzzo è una terra tutta da esplorare. Piccoli gioielli disseminati, borghi e castelli medievali o eremi nascosti nelle sinuosità delle verdi vallate, sono la testimonianza tangibile di un forte legame tra gli abitanti del luogo e i solchi di una storia millenaria, fatta di spiritualità, bellezza e un’imponente cultura rurale.

 

OPI

Al centro di un anfiteatro naturale sorge il paesino di Opi, uno dei Borghi più belli d’Italia. Situato a 1.250 metri d’altezza, nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, del Lazio e del Molise, Opi conserva intatto il fascino dei paesini di montagna abruzzesi. La sua struttura medievale – rimasta inalterata – e le case costruite una accanto all’altra sull’estremità rocciose prestano, a chi ne fa visita, la magica percezione che qui a Opi il tempo sembra essere mai passato. È proprio lo stesso assetto urbanistico che riconduce il nome di Opi al termine latino Oppidum – castello fortificato – e non a Ope, la dea sabina dell’abbondanza e figlia di Saturno, come raccontano credenze antiche.

La sua posizione rende Opi un belvedere naturale da cui ammirare panorami mozzafiato tra i più belli del Parco Nazionale d’Abruzzo: pendici boscose, vallate pianeggianti in cui una flora multiforme e variopinta trasforma il paesaggio in una suggestiva tavolozza cromatica; la particolare area faunistica fa dell’orso marsicano e del camoscio d’Abruzzo due delle principali attrazioni.

Cosa visitare
Il palazzo comunale di Opi, oggi sede del municipio, venne costruito sul finire del 1600 come residenza della nobile famiglia Rossi per poi essere rimaneggiato durante il successivo secolo...
Cosa fare
Il Parco Nazionale d’Abruzzo, del Lazio e del Molise rappresenta oggi uno di quei luoghi in cui è possibile entrare in sintonia con le meraviglie della natura...
Cosa mangiare
La cucina abruzzese è riconosciuta come una delle migliori al mondo, molto legata alla sua conformazione geografica. Nelle zone di mare è il pesce fresco a farla da padrona, mentre in quelle di montagna piatti semplici e genuini racchiudono gli antichi sapori della vita rurale.