Checkin:
Notti: Persone: Prenota ora

Cosa mangiare

La cucina abruzzese è riconosciuta come una delle migliori al mondo, molto legata alla sua conformazione geografica. Nelle zone di mare è il pesce fresco a farla da padrona, mentre in quelle di montagna piatti semplici e genuini racchiudono gli antichi sapori della vita rurale.

Viaggio nel gusto

Legata al magico connubio tra vita agreste e pastorale, la cucina locale di Opi è ancora in uso in gran parte delle famiglie.

Tra i piatti tipici si annoverano la m’paniccia, fette di pane raffermo intenerito dal siero di latte ancora caldo, o la m’cisca, carne di capra o pecora essiccata, in uso soprattutto tra i pastori.

Immancabili sono le gustose minestre a base di sagne e ceci e tagliolini e fagioli o i più classici ravioli con la ricotta e gnocchi di patate.

Per non parlare degli ottimi formaggi, ricavati rigorosamente dal latte degli animali che pascolano nel verde delle vallate di Opi. Ricotta, trecce, caciocavalli e il celeberrimo pecorino abruzzese sono solo alcune delle prelibatezze casearie di questo luogo.

Per deliziare i più golosi gli ottimi dolci locali a base di farina, uova e mandorle: tanozzi, cecamarini, torroncini alla mandorle, mostaccioli realizzati, secondo la tradizione per ricorrenze speciali o festività.

Ad accompagnare queste squisitezze, liquori tipici come il fragolino, prodotto con le fragole dei boschi circostanti, il nocino, il ginepro e la caratteristica genziana.

Chiama
Prenota